AN INITIATIVE OF 

EXCHANGE THE WORLD

Ad ognuno il suo

Ad ognuno il suo

FAT CAT e EARTH TONE

Pai | Thailandia

-

Pai, in Tailandia, dovrebbe essere un paradiso per coloro che sono alla ricerca di uno stile di vita equilibrato, cibo biologico, consapevolezza sociale e ambientale e un’atmosfera tranquilla. Beh, non proprio. Arrivati direttamente sulla strada principale, siamo stati completamente sopraffatti dal numero di turisti, bar, ostelli, dal rumore e dal caos. Piuttosto dispiaciuti, abbiamo deciso di rimanere comunque, solo per pochi giorni, per vedere se fossimo riusciti a trovare dei changemaker. Abbiamo girato un po’ e una volta usciti dal centro del villaggio abbiamo iniziato a incontrare alcune iniziative interessanti, principalmente ristoranti biologici e sostenibili. Il primo di questi è stato Earth Tone.

 

Pimanchaya Aonsutti, fondatrice di Earth Tone: Earth Tone si rivolge a persone che vogliono mangiare cibo sano, vegetariano o vegano. Da qualche tempo abbiamo anche un’offerta per crudisti e gluten-free. Cerchiamo di usare il più possibile ingredienti sani. Prepariamo pasti completi, dolci e abbiamo anche un angolo in cui vendiamo beni biologici di produttori locali. All'inizio volevo solo aprire un ristorante vegetariano, ma oggi è diventato molto di più. Continuo a innovare e continuo ad ascoltare i clienti. A volte provo nuovi piatti, visito altri posti simili al nostro, incontro nuove idee e ne adatto alcune al mio locale. Devo essere aperta a nuove cose, chiedere alla gente, ascoltare i clienti. Seguo i loro suggerimenti, mi hanno consigliato di iniziare a fare cibo senza glutine, o vegano, così l'ho fatto. Penso in continuazione a come posso rendere migliore del cibo già buono. Migliori prodotti, migliori dessert, menu più sani, ma allo stesso tempo sempre deliziosi. Qualche volta il cibo sano ha un cattivo gusto. Mi piace quando i clienti mangiano e si sentono tipo, wow, questo è incredibile, è vegano, non ha zucchero ed è comunque molto buono.

 

Una decina di metri passato Eath Tone c'è un altro ristorante con - come pensavamo all'inizio - un'idea abbastanza simile. Si chiama Fat Cat e, come espresso sul tabellone di fronte al locale, vende cibo locale e biologico. L'intervista con loro ci ha mostrato, tuttavia, che il loro concetto di business è fondamentalmente diverso.

 

Suvitcha Paggrasa, fondatrice di Fat Cat: Gestiamo questo posto seguendo una regola: questo ristorante non è assoggettato al cliente. La nostra idea è che l'azienda sceglie i clienti e non viceversa. Viviamo qui, questa è la nostra casa, prima di tutto viene il nostro benessere. La gente si lamenta del pavimento in pietra, ma a noi piace, quindi lo teniamo. Ci piace questo tetto, quindi lo teniamo. Tutto bene, se a un cliente non piace il posto non viene. Solo i clienti a cui piace sono sulla nostra stessa lunghezza d’onda. E quindi focalizzi l'attività su quel tipo di clienti. Sei felice, hai il sostegno della gente. Non mi piace che una persona venga e dica: voglio sedermi su una sedia più grande ... Mi dispiace ma non l‘abbiamo, ma posso consigliare un altro posto, perché la maggior parte dei locali qui attorno sono gestiti da miei amici. So che se vuoi sederti su un divano puoi andare in tal posto. Se vuoi mangiare vegetariano, io non vendo cibo vegetariano, ma c’è Earth Tone a poche decine di metri da qui. E se a qualcuno piace un posto come questo, i miei amici lo mandano qui. Negli ultimi 5 anni siamo stati stressati a causa dei clienti, abbiamo cercato di inseguire i loro desideri. Basta. In fin dei conti viviamo qui, dobbiamo starci bene noi prima di tutto.

 

Suvitcha e suo marito non solo danno priorità al loro benessere rispetto al comfort e alle richieste dei clienti, ma mettono anche la loro vita privata davanti al loro lavoro.

 

Suvitcha: Non viviamo tipo ... trovi un lavoro e ti trasferisci. Scegliamo prima il posto in cui vivere e poi pensiamo a quello che vogliamo fare. Rende abbastanza per sostentare la nostra vita? Se si, bene; se no, non significa che buttiamo tutto. Cerchiamo di avere un equilibrio. Con quello che stiamo facendo ora possiamo pagare le bollette. Lavoro qui 6 ore al giorno. A volte 5. Questo è quanto. Se voglio chiudere, chiudo. Domani forse il tempo è buono, voglio fare un’escursione? Chiudo. Questa é libertà. Non la puoi comparare con quanti soldi guadagni. Molti miei amici lavorano in città in questo momento. Anche loro cercano di trovare un equilibrio. Ma non è facile, se hai un lavoro non puoi semplicemente dire: vado 5 giorni in vacanza. È impossibile. Hai qualcosa che ti controlla sempre: Torna al tuo posto! Lavora! Non puoi spegnere il telefono. E se hai un bambino - come noi - come vive? Dopo la scuola torni a casa, senza un giardino, senza attività all’aperto, e se vuoi andare in un bosco devi pianificare un mese in anticipo. No, non potrei vivere così.

 

Sebbene Earth Tone e Fat Cat siano così diversi, c’è qualcosa che li lega, cosi come alle molte altre persone che vivono vicino a Pai: hanno deciso di riequilibrare le loro vite e trovare le proprie strade. Non è una decisione facile, ma dimostrano che è possibile.

 

Pimanchaya: Dovresti fare qualcosa che ti appassiona. Fidati del tuo istinto. Io ascolto me stessa e sono sempre onesta con i clienti. Se dico loro che è organico, deve essere organico. Nessuno ti seguirà per verificare se è vero o no, devi essere onesta con te stesso.

 

Suvitcha: Ci sono molti giovani che vengono qui e vogliono restare. Non continuare a sognare. Pensa alla vita vera. Crea un piano e cerca di far si che questo si realizzi. Ma non pensare di buttare via tutto e inoltrarti nella foresta, è impossibile. Non c'è niente di sbagliato nel fare soldi. Basta trovare il tuo equilibrio. La vita non è così male e i sogni non sono così lontani. Trova la tua strada e provaci.

Ulteriori informazioni su Earth Tone: facebook.com/earthtoneinpai

Maggiori informazioni su Fat Cat: facebook.com/FatCat-1484657631748094

 

 

Share on Facebook
Please reload

RELATED | POWIĄZANE

Please reload