AN INITIATIVE OF 

EXCHANGE THE WORLD

Coltiva il tuo orticello

Coltiva il tuo orticello

EATS, SHOOTS & ROOTS

Kuala Lumpur | Malaysia

-

Eats, Shoots & Roots è un'impresa sociale che supporta gli abitanti dei centri urbani a coltivare il proprio cibo. Progettano giardini e orti per privati, organizzazioni, comunità, adattandosi alle loro esigenze e condizioni.

 

Eats, Shoots & Roots è in giro da più di 4 anni - racconta Shao-Lyn Low, fondatrice -. Quando abbiamo iniziato, il nostro obbiettivo era organizzare corsi di permacultura, cosi avremmo potuto imparare. Successivamente abbiamo deciso che avevamo bisogno di uno spazio tutto nostro, era importante per noi sperimentare, cosi abbiamo trovato il nostro posto attuale, con un ufficio e un giardino tutto attorno. Abbiamo organizzato seminari con istruttori esperti, cosi potevamo continuare ad imparare e contemporaneamente costruire questo spazio, una situazione vantaggiosa per tutti. Da allora ci siamo evoluti e ci siamo ritrovati in linea con l'imprenditoria sociale. Non era certo l'obiettivo iniziale. Continuando con i nostri corsi ci siamo resi conto che le persone avevano bisogno di prodotti per il loro orto e non riuscivano a trovarli, quindi abbiamo deciso di buttarci su questo. Poi la gente ci ha chiesto di pianificare i loro orti e giardini, così abbiamo iniziato a fare anche landscaping. E’ stata un’evoluzione spinta dalle persone che abbiamo incontrato lungo il cammino, persone interessate al giardinaggio e coltivare il proprio cibo. Un’ottima evoluzione.

 

Eats, Shoots & Roots é diversa da molte altre organizzazioni che lavorano nella permacultura perché si focalizzano totalmente sui centri urbani, mentre spesso iniziative di agricoltura alternativa sono pensate e progettate per le zone rurali.

 

Cerchiamo di incoraggiare la gente a coltivare il proprio cibo in qualsiasi condizione, anche in piccoli contenitori, vasi. Questo fa già la differenza. Non bisogna avere per forza una fattoria. Un piccolo orticello é più che sufficiente.

 

Creare un orto è relativamente facile. Prendersene cura è un'altra storia.

 

È davvero difficile convincere la gente a prendersi cura di un orto. Richiede anche un po' di conoscenze, cosi insegniamo ai giovani a lavorare in questo campo.

 

Non solo giovani, anche bambini!

 

Uno dei nostri più grandi successi è l’orto che abbiamo costruito per una fondazione per bambini chiamata Dignity for Children. È una fondazione che offre educazione ai figli di immigranti o a bambini provenienti da famiglie svantaggiate che non possono permettersi di andare nelle scuole pubbliche, perché non hanno documenti di identità o per altri motivi. Il giardino è commissionato dalla fondazione che poi organizza classi ogni settimana per mantenere l’orto in buono stato.

 

Ogni orto conta, ma per fare la differenza servirebbe un approccio più sistematico.

 

Abbiamo bisogno di una rete più grande di orticultori, sempre più persone che partecipano a questo viaggio con noi. Il paese si sta sviluppando e se riusciremo a convincere chi lo gestisce a trasformarlo in un vero sviluppo eco-compatibile sarebbe un grande passo avanti. Kuala Lumpur ha subito molti cambiamenti negli ultimi 30-40 anni, tutto è avvenuto molto velocemente. Mi piacerebbe vedere Kuala Lumpur fare un passo indietro e pensare di più a come si sta effettivamente sviluppando e cercare di integrare queste cose. Se potessimo influenzare questo tipo di persone, chi lavora in politica, chi ha fondi per fare tutti quei progetti, sarebbe una grande cosa.

 

Uno dei fattori chiave nei piani futuri, così come per i risultati attuali, è un buon marketing. E è da li che viene ... .

 

Il nostro team ha un background in marketing. Io sono una grafica, altri lavoravano nella pubblicità, nella pianificazione strategica, nella costruzione di campagne ... questo ci ha aiutato molto. Lavoravo in una multinazionale prima, non facevo cose che mi dessero molta motivazione. Il tipo di campagne che progettavamo ... guardavo al mio portfolio e mi rendevo conto che stavo aiutando della gente a vendere hamburger ... non è particolarmente eccitante. In Eats, Shoots & Roots, anche se non guadagniamo molto, abbiamo più valore sociale e impatto. E’ la cosa principale che mi fa andare avanti. Se devo battermi per qualcosa, voglio che sia qualcosa di utile.

 

Insegnare alle persone come produrre il proprio cibo è sicuramente utile. E davvero soddisfacente.

 

Non c'è nulla di più appagante che vedere i frutti del proprio lavoro. In un certo senso credo che sia un lusso, non credo che tutti si possano dedicare ad avere un impatto positivo. Magari perché non devo pagare il mutuo per l’università o quello della casa, non ho figli ... fa una grande differenza nel tipo di carriera che posso avere. Ho la fortuna di essere in questa posizione in cui posso permettermi di guadagnare di meno. È un lusso.

 

Che tu abbia questo tipo di privilegio o meno, puoi sempre cercare di coltivare il tuo orticello. Letteralmente e metaforicamente.

 

Inizia in piccolo, coltiva il tuo orticello. Con il tempo questo crescerà in una foresta. E la foresta ti darà ossigeno, sarà la tua salvezza.

Ulteriori informazioni su Eats, Shoots & Roots: eatsshootsandroots.org 

 

Share on Facebook
Please reload

RELATED | POWIĄZANE

Please reload